MARIA TERESA IMBRIANI | LETTERATURA ITALIANA I

LETTERATURA ITALIANA I
DIPARTIMENTO di SCIENZE UMANE
Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni
SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA
8
LETTERATURA ITALIANA I
DIPARTIMENTO di SCIENZE UMANE
Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni
SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA
8
LETTERATURA ITALIANA I
DIPARTIMENTO di SCIENZE UMANE
Laurea
STUDI UMANISTICI
6
 CFUOreCicloDocente
1LETTERATURA ITALIANA I
4 28 Annuale IMBRIANI MARIA TERESA 
2LETTERATURA ITALIANA I
4 28 Annuale IMBRIANI MARIA TERESA 
3LETTERATURA ITALIANA I
6 30 Secondo Semestre ELLERO MARIA 
 
Lingua insegnamento
 

Italiano

Obiettivi formativi e risultati di apprendimento
 

Il corso si propone l’obiettivo di fornire, nell’ottica della sintesi storico-critica, gli elementi essenziali dello sviluppo storico della Letteratura italiana medievale e moderna, nonché i fondamenti filologico-retorici per la lettura critica e l’analisi del testo letterario. Attraverso la lettura diretta dei capolavori della letteratura ci si propone in ultima analisi l’obiettivo di riflettere sulle potenzialità dell’immaginario letterario e sui suoi significati topici in funzione di autocoscienza e conoscenza di sé e del mondo, al fine di restituire da un lato la complessità dell’espressione retorica, in particolare nella tradizione metaforica, e dall’altro di superare le semplificazioni di una scrittura intesa soltanto come comunicazione “veloce” nell’uso quotidiano e/o di commento a immagini (soprattutto nelle abitudini dei giovani digitali). Lo studente di Scienze della formazione primaria dovrà anche riconoscere le potenzialità pedagogiche della letteratura; essere in grado di interpretare, analizzare e commentare i testi letterari; avere abitudine alla lettura, come formazione continua della persona; conoscere gli autori e i movimenti della letteratura nazionale per potervi attingere nel suo lavoro futuro.

Le principali conoscenze fornite saranno: fondamenti di retorica testuale e teoria della letteratura; elementi di storia letteraria italiana con particolare riferimento agli autori del canone; conoscenza diretta di testi rappresentativi del patrimonio letterario italiano, considerato nella sua articolata varietà interna, nel suo storico costituirsi e nelle sue relazioni con le altre letterature europee; conoscenza dei valori e degli ideali di carattere universale della tradizione occidentale e costitutivi della natura umana, così come sono espressi nei testi degli autori della letteratura italiana; consapevolezza della specificità e complessità del fenomeno letterario, come espressione di civiltà e, in connessione con le altre manifestazioni artistiche, come forma di rielaborazione della realtà, personale e collettiva, anche attraverso le vie del simbolico e dell’immaginario.

Le principali abilità (ossia la capacità di applicare le conoscenze acquisite) saranno: analisi e contestualizzazione dei testi; riflessione sulla letteratura in prospettiva storica; competenze e conoscenze linguistico-retoriche che consentano in primo luogo di condurre il discorso in forma grammaticalmente corretta, prosodicamente efficace e priva di stereotipi, poi di affrontare, come lettore autonomo e consapevole, testi di vario genere, utilizzando le diverse tecniche di lettura con adeguata attenzione all’aspetto retorico-stilistico e interpretativo, infine di produrre testi scritti di diverso tipo, con adeguate tecniche compositive, sapendo padroneggiare registri formali e linguaggi specifici in relazione a processi culturali rilevanti e agli aspetti generali della civiltà odierna. D’altronde la consapevolezza storico-critica e filologico-retorica è condizione indispensabile per trasmettere anche al bambino della scuola primaria quel “piacere estetico dell’incontro con il testo letterario e il gusto intellettuale della ricerca di risposte a domande di senso, come premessa ad una prima educazione letteraria”, come recitano le Indicazioni nazionali della Scuola primaria 2012.

Prerequisiti
 

Non vi sono propedeuticità. Prerequisiti essenziali sono considerati i programmi delle scuole superiori italiane, almeno per quanto attiene alle capacità di lettura e comprensionedi testi letterari, oltre che per la conoscenza degli autori del canone (secondo le Indicazioni nazionali 2012).

Contenuti del corso
 

Una prima parte (Acucella, 28 ore) sarà dedicata a riflessioni generali sulla letteratura (che cos’è e che cos’è per l’Italia), sulla storia letteraria italiana e sui modelli critici; sul concetto di scuola-tradizione-letteratura e su una ricapitolazione degli autori, generi, epoche del canone. Saranno forniti inoltre gli strumenti per una visione generale delle tante e diverse “questioni” della critica tout court e della critica testuale, dal sistema dei generi agli aspetti prettamente filologici e retorici, facendo ampio riferimento alla tradizione poetica italiana con letture antologiche degli autori del canone della letteratura medievale e moderna.

Una seconda parte (Imbriani, 28 ore), dal carattere più strettamente monografico, sarà dedicata a Dante e alle scritture autobiografiche della tradizione letteraria italiana, anche con incursioni contemporanee. Saranno proposte letture dalla Vita Nuova e dalla Commedia, con particolare riferimento alla celebre diade, personaggio e autore, che rende il sommo poeta davvero contemporaneo. 

Metodi didattici
 

Il corso è organizzato nel seguente modo:

Lezioni teorico-formali e seminario interattivo.

Modalità di verifica dell'apprendimento
 

La prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati. Per i frequentanti saranno predisposte prove di verifica intermedia durante le lezioni in forma di temi/dissertazioni/tesine e, per i contenuti di carattere generale, in forma di questionario.

I non frequentanti dovranno affrontareuna prova orale in cui si accerteranno le capacità di analisi dei testi proposti in lettura (cfr. Bibliografia relativa alla parte monografica) e la conoscenza degli principali argomenti della Letteratura italiana secondo la seguente scansione: 1) Le origini (La Scuola siciliana; il Dolce Stil Novo); 2) Dante; 3) Petrarca; 4) Boccaccio; 5) Umanesimo e Rinascimento (Poliziano, Sannazaro, Boiardo); 6) Ariosto; 7) Machiavelli e Guicciardini; 8) Tasso; 9) Barocco (Marino e marinismo, Galilei); 10) Illuminismo (Goldoni, Parini, Alfieri).

Testi di riferimento e di approfondimento, materiale didattico Online
 

Bibliografia

Per la parte generale: un qualsiasi manuale di storia letteraria (si consiglia Carlo Vecce, Piccola storia della letteratura italiana, Napoli, Liguori, 2009)

Per la parte monografica: Dante, Vita nuova, I-III; XXVI; XXIX; Commedia, Inf., I, II, V; Epistola a Cangrande (7-11) (scaricabili dal sito della Società dantesca italiana)

Una lettura a scelta tra:

1. Donato Pirovano, Introduzione alla Vita Nuova, in Dante Alighieri, Vita nuova - Rime, a cura di Pirovano e M. Grimaldi, Introduzione di E. Malato, Roma, Salerno Editrice, 2015, NECOD: Nuova Edizione Commentata delle Opere di Dante, pp. 3-15

2. Jorge Luis Borges, La Divina Commedia , in Id., Sette notti, Milano, Feltrinelli, 1983, pp. 9-30


3. Davide Rondoni, Per lei, per tutti: un viaggio d’amore e conoscenza, in Dante in Basilicata. Atti dei convegni di Matera e Pietrapertosa, a cura di Sebastiano Villani, Venosa, Osanna, 2019, pp. 101-108

4. Rocco Montano, Dante filosofo-poeta ( http://www.roccomontano.it/_dante_filosofo_e_poeta.html )


Metodi e modalità di gestione dei rapporti con gli studenti
 

All'inizio del corso, dopo aver descritto obiettivi, programma e metodi di verifica, si redigerà l’elenco degli studenti frequentanti, corredato di nome, cognome, matricola ed e-mail. L’incontro con gli studenti è previsto nello studio di Matera solitamente il lunedì (II semestre) per la Prof.ssa Imbriani e il martedì per la dott.ssa Acucella (I semestre). Oltre all’orario di ricevimento settimanale, le docenti sono disponibili in ogni momento e negli orari di ufficio per un contatto con gli studenti, previo appuntamento via e-mail (mariateresa.imbriani@unibas.it; cristina.acucella@gmail.com).

Date di esame previste
 

Secondo il calendario accademico, gli esami del Corso annuale di Letteratura italiana si terranno a partire dalla sessione estiva: (le date precise saranno affisse sulla Bacheca on line di Esse 3): giugno 2020; luglio 2020; settembre 2020; ottobre 2020; novembre 2020. Gli appelli d’esame riservati agli studenti fuori corso o degli anni precedenti sono fissati al 9/9/2019; 7/10/2019; 11/11/2019 per la sessione autunnale; gennaio 2019, febbraio 2019, aprile 2019 (le date precise saranno affisse sulla Bacheca on line di Esse 3).

Seminari di esperti esterni
 


Altre informazioni
 

Gli studenti saranno invitati a convegni, conferenze, seminari.

Gli studenti con abbreviazione di carriera dovranno concordare obbligatoriamente de visu il programma con la docente


 
Fonte dati UGOV